Home > Eventi, Shipping e Logistica > I quattro workshop di “SHIPPING, FORWARDING&LOGISTICS meet INDUSTRY”

I quattro workshop di “SHIPPING, FORWARDING&LOGISTICS meet INDUSTRY”

Del 30 gennaio 2017

Sono quattro workshop, in linea con le tematiche della manifestazione e con i settori di maggiore interesse per la logistica, che si terranno nell’ambito della prima edizione di “SHIPPING, FORWARDING&LOGISTICS meet INDUSTRY”, la manifestazione in programma il 2 e il 3 febbraio a Milano.

Nella due giorni d’incontro fra le eccellenze italiane dello shipping, della logistica, delle spedizioni e i settori strategici del “Sistema Italia” per contribuire alla crescita competitiva del sistema industriale italiano, si parlerà di AGROALIMENTARE – CHIMICA&PHARMA – METALLURGIA&MECCANICA- MADE IN ITALY.

 

Giovedì 2 febbraio, Sala Falck – ore 14.00 – 16.00
AGROALIMENTARE
Garantire la qualità dal produttore al consumatore obiettivo primario della
logistica dell’alimentare

La qualità dell’agroalimentare italiano è il selling point per mantenere la propria competitività. Il segmento “logistico” di questa ricerca della qualità si traduce nella conservazione del prodotto dalla produzione fino alla tavola del consumatore e nella qualità del servizio, dalla consegna nei tempi previsti e ai costi pattuiti e con tutta la documentazione necessaria alla lavorazione o commercializzazione del prodotto. Coordinati da Giuseppe Guzzardi, Direttore, Vie&Trasporti, ne parleranno: Clara Ricozzi, Presidente, Osservatorio Interdisciplinare Trasporto AlimentiOliviero Gregorelli, Presidente Vicario, Mercati AssociatiEdoardo Vanni, Purchasing and Supply Chain Excellence Function European Logistic Purchasing – Packed Solution Manager, SolvayIrene Rizzoli, Amministratore Delegato, Delicius RizzoliCarlo Licciardi, Presidente, AnacerPierluigi Zamboni, Direttore Logistica, Zerbinati; Nicola ZaffraResponsabile Ufficio qualità e sicurezza, So.Ge.Mi.

 

Giovedì 2 febbraio, Sala Falck, ore 16.00 – 18.00
CHIMICA&PHARMA
La sfida delle normative e del servizio spinge l’innovazione

La logistica nel settore chimico è dotata di un sistema normativo molto sviluppato. La spinta alla riduzione dei costi degli stoccaggi da parte delle aziende si traduce nella domanda di servizi just-in-time di alto livello. La logistica pertanto richiede una costante innovazione che sarà illustrata in questo workshop attraverso due diversi punti di vista per dare una panoramica e consentire alle aziende di portare le proprie esperienze d’eccellenza. Modererà Fabrizio Dallari, Direttore, Centro di Ricerca sulla Logistica – Università Carlo Cattaneo (LIUC) con interventi a cura di: Gaetano Conti, Presidente Comitato Logistica, FederChimicaMila De Iure, Segretario Generale, AssoramRaffaele Bortolussi, Amministratore Delegato, Mar-Ter NeriDavide Italia, Responsabile Sicurezza Trasporti e DGSA Settore bombole e liquidi, Air Liquide Italia ServicesFabio Giovanni Atzei, Responsabile Logistica Distributiva, VersalisMassimo Tavolaro, CEO, Apulia Logistics.

 

Venerdì 3 febbraio, Sala Falck, ore 9.00 – 11.30
METALLURGIA&MECCANICA
Just-in-time über alles

Settori con la supply chain più articolata, sia in entrata che in uscita dall’azienda in cui la logistica entra sempre in gioco, dall’acquisizione delle materie, alla produzione, distribuzione e assistenza post-vendita. Ogni azienda ha una sua caratterizzazione e, nello stesso ambito, va distinta una logistica di produzione da una dei ricambi, quest’ultima molto più complessa e oggi comunque decisiva per il successo. Moderati da Fabrizio Vettosi, Managing Director, Venice Shipping and Logistics, ne parleranno: Antonio Gozzi, Presidente, FederacciaiEugenio Muzio, Presidente Commissione Intermodalità, AssologisticaPaolo La Bruna, Logistic Manager, Acciaieria ArvediSimone Carlini, Amministratore Delegato, Multi Marine ServicesVincenzo Romeo, CEO, Nova Marine CarriersNicola Saccani, Ricercatore Laboratorio RISE, Università degli Studi di Brescia.

 

Venerdì 3 febbraio, Sala Falck, ore 11.30 – 13.30
Made in Italy: dalla rete distributiva all’e-commerce, una sfida anche logistica

Il Made in Italy è cresciuto nel mondo per la qualità superiore e per la sua rete distributiva. Entrambi i fattori hanno un costo e la competizione a livello mondiale lo ha capito. La risposta non può essere l’omologa compressione anche per il Made in Italy, pena lo snaturamento e l’indifferenziazione. L’alternativa è trovare un modo di ridurre i costi della rete distributiva. L’e-commerce è la risposta seguita da un sempre maggior numero di marchi che hanno capito il valore di questo nuovo canale distributivo e il peso che può avere sul fatturato. Moderati dal giornalista Sergio Luciano, ne parleranno: Piero Abellonio, Responsabile della logistica, Gruppo MiroglioRiccardo Fuochi, Executive Director, Lifestyle LogisticsAlberto Birolini, Business Development Manager, FIEGE Logistics ItaliaPaolo Loguercio, General Manager Fashion & Creative Division, OMLOGMarco Lenti, Avvocato, Studio Legale MordigliaIntervento a cura di Consorzio NetComm.