Home > 2. Economia del Mare - Un Governo del Mare, Cluster, Enti, Nautica, News Regionali, Pesca, Portualità Turistica, Ricerca, Shipping e Logistica, Sicurezza, Sport, Turismo > Economia del Mare : La Segreteria Generale per il Mare (SGMer) della Francia

Economia del Mare : La Segreteria Generale per il Mare (SGMer) della Francia

Continua il viaggio sulla Governace del Mare francese

Del 13 Ottobre 2022


La Segreteria Generale per il Mare (SGMer) è stata istituita con Decreto n. 95-1232 del 22 novembre 1995 . Sotto l’autorità del Primo Ministro, è l’elemento essenziale nel coordinamento della politica marittima francese.


Numerosi naufragi di grandi dimensioni, in particolare quelli della Prestige (2002) e dell’Erika (1999), hanno sensibilizzato lo Stato sui temi della responsabilità delle autorità, del coordinamento e dell’adeguatezza delle risorse in mare Decreti n. 2004 -112 del 6 febbraio 2004 e n. 2005-1514 del 6 dicembre 2005 relativa all’organizzazione dell’azione statale in mare nella Francia metropolitana e all’estero segnano una tappa essenziale nell’organizzazione della politica marittima francese, integrata dal decreto n. 2010-834 del 22 luglio 2010che organizza la funzione di guardia costiera e il centro operativo della funzione di guardia costiera (CoFGC).

La SGMer, registrata e riconosciuta nel panorama marittimo pubblico, è coinvolta nella lungimiranza, nello sviluppo di una politica marittima francese e rafforza i suoi legami con organismi internazionali ed europei, in contatto permanente con i vari settori professionali del settore. organizzazioni non governative.

Dal 2017 SGMer ha sviluppato competenze economiche e ambientali, creando due importanti strumenti di consultazione, il France Maritime Committee (CFM) e il France Ocean Committee (CFO).
 

Lo SGMer è guidato da un Segretario Generale del Mare nominato con decreto in Consiglio dei Ministri, coadiuvato da un Vice Segretario Generale, ufficiale generale della Marina Militare.

Il Segretario Generale per il Mare è inoltre assistito da tre consulenti per ciascuno dei principali temi (Azione dello Stato in mare, economia marittima e portuale, Europa e ambiente), a loro volta supportati da responsabili di missione tematici. Tali agenti sono distaccati o messi a sua disposizione da più ministeri o istituzioni pubbliche, garantendo il ruolo interministeriale del SGMer e la pluralità delle sue competenze.

Il Segretario Generale del Mare è anche a capo del Centro operativo della funzione di guardia costiera (CoFGC).
 

Le principali missioni dello SGMer mirano a:

  • monitorare e valutare la politica marittima e portare avanti una prospettiva in questo settore;
  • assicurare a livello centrale, sotto la diretta autorità del Presidente del Consiglio dei Ministri:
    – il coordinamento dell’azione dello Stato in mare e l’animazione al riguardo dell’azione dei Prefetti marittimi e, all’estero, dei delegati del Governo;
    – dirigere e coordinare l’attività di sviluppo delle politiche svolta nell’ambito della funzione della Guardia Costiera;
  • coordinare il monitoraggio dei testi legislativi e regolamentari relativi al mare;
  • predisporre i comitati interministeriali per il mare e vigilare sull’attuazione delle decisioni assunte.

Fonte : https://www-gouvernement-fr