Home > Economia del Mare Magazine Speciale Toscana, Eventi, International, Nautica > YARE 2017: 1.300 incontri B2C, 110 comandanti, 80 imprese e 24 Paesi rappresentati

YARE 2017: 1.300 incontri B2C, 110 comandanti, 80 imprese e 24 Paesi rappresentati

Del 23 maggio 2017

Si è chiusa con numeri importanti la settima edizione di YARE, rassegna del refit e dell’aftersales del settore Superyacht che si è svolta dal 19 al 22 aprile in Versilia.

L’evento, organizzato e promosso da NAVIGO, ha l’obiettivo di far incontrare le aziende nautiche e coloro che dirigono e gestiscono gli yacht a nome dell’armatore: Comandanti e Yacht Manager.

Ottimo il riscontro di imprese partecipanti.

Sono 1.300 gli incontri business (B2C – Meet the Captain), tutti coordinati grazie alla piattaforma digitale e alla Yare App: uno strumento innovativo per la gestione degli appuntamenti e per la valutazione immediata del gradimento delle relazioni.

L’85,6% delle imprese considera che gli incontri siano stati aderenti alle attese, con il 92,2% di apprezzamento e aderenza di aspettativa.

Il 100% dei comandanti dichiara di aver apprezzato la qualità degli incontri e degli interlocutori e stima il contatto business coerente con le proprie necessità di amministratore di superyacht.

Sono 110 i comandanti che hanno preso parte ai vari eventi e appuntamenti programmati nel corso delle quattro giornate.

È stata confermata la tendenza dello scorso anno, relativamente alla lunghezza delle imbarcazioni rappresentate, che evidenzia una netta crescita di comandanti di imbarcazioni dai 40 ai 60mt. e sopra i 60 mt.

Gli yacht dai 40 fino a >60 mt rappresentano il 55% del totale.

Sulla base dei comandanti iscritti, i velieri sono stati l’11% del totale.

24 i paesi rappresentati dalle bandiere di riferimento degli yacht con un gruppo nutrito delle “Red Ensign” flags (Gran Bretagna, Isole Cayman, Isole Cook, Isola di Man, Gibilterra e British Virgin Islands).

Rispetto alla nazionalità, il dato migliora nel confronto con la passata edizione, dove comunque già si registrava una maggiore presenza di comandanti stranieri rispetto a quelli italiani: 70% di comandanti esteri e 30% italiani.

Rispetto alle nazionalità estere, è stata predominante quella inglese, seguita da quelle francese, spagnola e statunitense.

I paesi di origine dei 64 cantieri di costruzione dei superyacht rappresentati dai comandanti partecipanti sono Italia, Olanda, Regno Unito, Usa, con il top mondiale della cantieristica da diporto.

Dando uno sguardo alle 80 imprese partecipanti, viene confermata la presenza dell’eccellenza delle imprese del refit e dell’aftersales.

Tra i dati significativi, si segnala una percentuale circa del 40% di imprese che hanno aderito a YARE per la prima volta. Quasi il 50% delle aziende è proveniente dall’estero e prevalentemente da Francia, Principato di Monaco, Germania e Regno Unito, ma anche da Danimarca, Croazia, Olanda e Svizzera.

Uno dei settori più rappresentati è stato quello dei servizi con imprese specializzate nel yacht & crew management, coating & painting, insurance e broker, tax & servizi legali, yacht chandler.

Per quanto riguarda la presenza di cantieri, da evidenziare la partecipazione di alcuni tra i più importanti al mondo, così come di prestigiose marine. Cospicua anche la presenza di aziende leader nel settore della fornitura di accessori e sistemi (elettronica e domotica, sistemi audio video, illuminazione, trattamento aria e acqua, sistemi propulsivi, software, toys e tender), di studi di progettazione e design, oltre che di imprese specializzate nella fornitura di materiali per l’interior. Presenti, inoltre, i principali registri di classificazione.

Come sempre, apprezzato il Superyacht Captains’ Forum, organizzato dal media partner inglese The Super Yacht Group, a cui hanno preso parte oltre 350 persone che hanno potuto confrontarsi sugli aspetti concreti degli sviluppi del mercato refit e del dopo vendita.

“YARE è divenuto e continuerà a essere un appuntamento internazionale tra comandanti di yacht e l’industria del settore refit e dei servizi – dichiarano Katia Balducci, presidente di NAVIGO e Vincenzo Poerio, presidente di YARE –  piattaforma internazionale dove, una volta l’anno, i comandanti si riuniscono per apprendere novità sulle normative internazionali, per condividere e discutere questioni e trend che li coinvolgono e li coinvolgeranno in futuro e dove le imprese del refit possono fidelizzare la proprio clientela o allargare il loro mercato”.

In particolar modo questa edizione, è divenuta anche veicolo di promozione del territorio grazie alla collaborazione dei Comuni della Versilia, della Camera di Commercio/Lucca Promos e della Provincia di Lucca per le apprezzate attività “fuori” evento.

 

Questa edizione di YARE è stata sponsorizzata da Lürssen, NCA Refit, Bureau Veritas, Galene, H&H, Jotun, Lusben, Marina di Genova, Porto Mirabello, Porto di Pisa, San Lorenzo.

Ha avuto il patrocinio di SYBAss, Sezione Yacht Federagenti Italia, Nautica Italiana, Ucina, Distretto della Nautica e della portualità toscana, delle associazioni di comandanti nazionali e internazionali (Gepy, Italianyachtmasters, Pya, Yca), Confartigianato e CNA produzione e delle istituzioni locali Provincia Lucca, Comune Viareggio, Comune di Camaiore, Comune di Forte dei Marmi e Comune di Pietrasanta.

La manifestazione è stata supportata da Regione Toscana, Toscana Promozione Turistica, Camera di Commercio Lucca, Luccapromos, Confindustria Toscana Nord e dalla Cassa di Risparmio di Pistoia e della Lucchesia.