Home > Economia del Mare Magazine Speciale Lazio, Enti > INTERNAZIONALIZZAZIONE – I primi Euro-Med Days of the blue economy

INTERNAZIONALIZZAZIONE – I primi Euro-Med Days of the blue economy

Del 4 Agosto 2016

I primi Euro-Med Days of the blue economy

17 Paesi dell’area euromediterranea a confronto sui temi dell’Economia del Mare

Euro-Med Days alcuni relatori 1

Il Lazio ha ospitato il 28 e 29 aprile un importante evento internazionale di confronto sui temi dell’Economia del Mare, i primi Euro-Med Days of the Blue Economy.

Le due giornate, che hanno visto la partecipazione di rappresentanti di 17 Paesi dell’area euromediterranea, sono state organizzate da Unioncamere Lazio, in virtù della sua partecipazione al Sector Group “Maritime Industries & Services” della Enterprise Europe Network.

Enterprise Europe Network, la più grande rete di servizi di sostegno alle Piccole e Medie Imprese per migliorare la loro competitività, sviluppare il loro potenziale di innovazione e confrontarsi in una dimensione internazionale, nasce nel 2008 promossa dalla Commissione Europea ed opera in Europa e in diversi Paesi nel Mondo.

La rete è presente attualmente in oltre 50 Paesi attraverso più di 600 organizzazioni, fra camere di commercio, associazioni di categoria, agenzie regionali di sviluppo, università e centri di ricerca e più di 5.000 professionisti esperti.

Per l’Italia sono sei i consorzi che, aggregando 56 organizzazioni, coprono l’intero territorio nazionale: “Alps”, “B.R.I.D.G.€conomies”, “Else”, “FriendEurope”, “Simpler” e “SMEtoEU”.

I diversi consorzi offrono agli imprenditori del territorio numerosi servizi di informazione, assistenza specialistica, trasferimento tecnologico, sostegno all’internazionalizzazione, supporto tecnico nella progettazione europea.

Unioncamere Lazio partecipa attivamente ai lavori del Sector Group “Maritime Industries & Services”, insieme a rappresentanti di:

–          Camera di Commercio d’Olanda (coordinatore)

–          Innovation Norway (Norvegia) – Agenzia governativa per l’innovazione

–          Bretagne Developpement Innovation (Francia)- Agenzia regionale di sviluppo

–          Tutech Innovation (Germania)- Società specializzata nel trasferimento tecnologico

–          Unioncamere Puglia (Italia)

–          Ethniko Idryma Erevnon (Grecia)- Fondazione Nazionale per la ricerca

–          Nyskopunarmidstod Islands (Islanda)- Centro Nazionale per l’innovazione

–          Aalborg Kommune (Danimarca)

–          Chambre De Commerce Et D’industrie de Region Paris-Ile-De-France (Francia)

–          Research Promotion Foundation (Cipro) Fondazione nazionale sulla promozione della ricerca

–          Agence Regionale Pour L’innovation et l’internationalisation des Entreprises de Provence Alpes Cote d’Azur (Francia)

–          Camara Oficial de Comercio Industria y Navegacion De Mallorca (Spagna)

–          Swerea Ivf Ab (Svezia) Istituto per la ricerca su rinnovamento industriale e crescita sostenibile

–          Investitions-Und Forderbank Niedersachsen (Germania) Banca per gli investimenti e lo sviluppo dello Stato della Bassa Sassonia

–          Chambre de Commerce et d’ Industrie de Region Languedoc Roussillon (Francia)

 

Il Gruppo, costituito dall’EASME, Agenzia per la competitività e l’Innovazione, che per conto della Direzione Generale Imprese ed Industria della Commissione europea gestisce il network europeo (EEN), offre un forum d’interazione alle organizzazioni aderenti, che condividono interessi nel settore marittimo/servizi connessi; mantiene contatti con i servizi della Commissione presso la DG ENTR e la DG Mare, coordina eventi di matchmaking e di brokeraggio a livello europeo coinvolgendo distretti marittimi ed aziende presenti nei Paesi aderenti, individua nuove politiche di sviluppo per il settore della blue economy.

Gli Euro-Med Days di aprile, organizzati in collaborazione con Regione Lazio e Lazio Innova nell’ambito della Fiera Internazionale Yacht Med Festival di Gaeta, si sono articolati su incontri privati, un workshop pubblico e un brokerage event.

Hanno partecipato numerose imprese italiane e straniere, iscritte grazie a una piattaforma gratuita implementata per l’occasione.

Si è trattata di una importante occasione di confronto internazionale finalizzata a condividere le migliori pratiche ed elaborare proposte per uno sviluppo strategico dell’Economia del Mare.

Di altissimo rilievo il workshop “La Blue Economy nell’Area Euro Med: politiche innovative per lo sviluppo”, moderato da Economia del Mare Magazine, che ha visto la partecipazione di autorevoli rappresentanti provenienti dal mondo delle istituzioni e delle imprese.

Gli speaker hanno avuto l’opportunità di condividere best practices dell’Economia del Mare, con particolare attenzione al trasferimento tecnologico e ai bandi europei.

Sono intervenuti rappresentanti di: Agenzia PMI Commissione Europea – Sector Group Maritime Industry Services – Camere di Commercio olandesi – Commissione Generale per la Pesca del Mediterraneo della FAO – Instituto Portuario de Estudios y Cooperacion – Fondazione Caboto – Assonat – Navigo –– Centro nazionale greco di documentazione – CNR INSEAN e CNR IAMC – Unioncamere –Istituto Italiano di Navigazione – Camera di Commercio Tuniso Italiana e imprese.

I lavori del convegno sono stati preceduti dai saluti istituzionali che hanno evidenziato il ruolo dell’economia del mare quale importante fattore di sviluppo per l’Italia.

La sessione tecnica è stata inaugurata dall’intervento di Victoria Beaz Hidalgo, rappresentante dell’EASME/Commissione europea, che ha illustrato le opportunità di finanziamento offerte dai bandi del fondo europeo marittimo.

La presentazione di Cristina Pascual – National Contact Point per Horizon 2020, del centro Nazionale di documentazione greca (EKT/NHRF), membro del gruppo settoriale europeo, ha invece offerto un quadro d’insieme sulle opportunità di finanziamento europeo legate al programma Horizon 2020.

A seguire, Niklaas van Hylckama Vlieg, coordinatore del Gruppo settoriale, ha presentato le attività del cluster marittimo olandese, uno dei più organizzati a livello europeo.

Ha concluso gli Euro-Med Days il brokerage event che ha sintetizzato i lavori delle due giornate attraverso meeting bilaterali tra imprese europee, stakeholder, policymaker ed esperti nel settore dell’Economia del Mare.